Cosa fare per avere la pancia piatta?

Elimina i rotolini sulla schiena con la giusta alimentazione

Vuoi eliminare i fastidiosi rotolini sulla schiena che vengono messi in risalto con il costume e l’abbigliamento estivo? Ecco tutti i consigli da seguire per l’alimentazione corretta e gli esercizi per avere una schiena al top

Se durante l’inverno sei stata pigra e non hai seguito un regime alimentare sano ed equilibrato né fatto alcun allenamento al fine di mantenerti in forma potresti ritrovarti a dover affrontare la prova costume e maledire quei fastidiosi rotolini sulla schiena.

Quando si ha qualche chilo di troppo infatti, oltre ad accumulare grasso in eccesso su ventre, fianchi e glutei si formano anche dei fastidiosi e inestetici rotolini sulla schiena, che rimangono in bella mostra quando indossiamo costumi e top scollati con la schiena scoperta. Come fare per eliminarli? Per prima cosa pensate all’alimentazione: eliminate i grassi saturi e limitate le dosi di carne rossa, insaccati, latticini, dolci e zucchero, soprattutto quello bianco, preferendo invece frutta, verdura e alimenti poco calorici. Una dieta equilibrata
Inutile che non ci abbiate pensato, bisogna fare un poco di dieta, per forza, le abitudini alimentari sbagliate (perché altrimenti non avreste le maniglie dell’amore) vanno cambiate, quindi valutate di seguire una piccola dieta eliminando come al solito eccesso di grassi e zucchero, non serve una dieta da 1.000 calorie, ma se il grasso è concentrato solo lì basta tornare a sane abitudini, basta patatine fritte, basta carne in eccesso, ma tanta frutta e verdura e limitare gli zuccheri (dolci inclusi), provate magari con una dieta .In questo modo riuscirete a smaltire i chiletti in eccesso, e a poco a poco anche la vostra schiena tornerà in perfetta forma.

 

Scopri  i 10 cibi anti rotolini consigliati da mettere nel piatto

Avena 
Perché questo cereale è antiadiposità? Per il suo basso indice glicemico, che favorisce il lento assorbimento degli zuccheri in esso contenuti. In più la sua fibra solubile funzionale, i beta-glucani, ci aiuteranno anche a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Quinoa 
E’ un alimento naturalmente privo di glutine. Al di là della importanza di abbassare il livello di glutine nell’alimentazione, che in elevate quantità può generare sensibilità e irritazione intestinale, questo alimento giova al controllo dell’accumulo sui fianchi per il suo basso indice glicemico, e per la particolare ricchezza in sali minerali, che aiutano a mantenere efficaci e attive le funzioni metaboliche.

Riso 
C’è riso e riso. Se lo scegliamo della qualità giusta, riusciamo a tenere sotto controllo i picchi glicemici responsabili dell’accumulo di adipe. Quello ideale? Basmati, thai, integrale e venere. Le qualità indicate sono quelle che tengono meglio la cottura e che riequilibrano la glicemia plasmatica. Il riso è un alimento naturalmente privo di glutine. Le qualità che tendono al colore scuro sono particolarmente ricche di fibra insolubile. Per tanto favoriscono il transito intestinale e il senso di sazietà, favorendo il contenimento dell’introito energetico.

Legumi 
Sono un ottimo alleato per controllare l’accumulo di adipe. Erroneamente ritenuti ipercalorici, hanno in realtà un contenuto energetico consono e la loro preparazione, che si presta ad esempio alla preparazione di minestre e minestroni, li rende particolarmente sazianti.

Arancia rossa 
Questo frutto svolge un’azione protettiva sul microcircolo. Aiuta l’ossigenazione di tessuti, incluso l’ipoderma dei fianchi, entro il quale si annidano i cuscinetti adiposi. Un tessuto ossigenato, risponde meglio all’ossidazione dei grassi e al loro trasporto in circolo.

Prugne 
Contengono polifenoli dei fitochimici, importanti sostenitori del microcircolo. Un microcircolo attivo, favorisce al meglio gli scambi metabolici e l’ossidazione del tessuto adiposo.

Ananas 
Potassio e bromelina è un’associazione importante per controllare l’accumulo localizzato di liquidi, che spesso accompagna anche i cuscinetti. L’ananas è gradevole, con un contenuto controllato di zuccheri e ricca di potassio. Attenzione, però: il suo gambo, non va buttato, ma consumato. Le fibre in esso contenute conferiranno un certo senso di sazietà. Inoltre, la bromelina di cui è ricco, espleterà una funzione antinfiammatoria a livello connettivale.

Cicoria 
Il senso di sazietà indotto da questa verdura al pasto è significativo e la sua associazione a pane e primi piatti, aiuta il controllo della glicemia. Inoltre, contiene una fibra solubile particolare, chiamata inulina, che ha una funzione importante nella vitalità e nel riequilibrio della flora batterica del nostro intestino.

Radicchio rosso 
Contiene antociani, che possono favorire il microcircolo e il riassorbimento dell’adipe. Grazie al basso contenuto di zuccheri e di fibre, dà un gran senso di sazietà.

Olio extravergine di oliva 
Contribuisce al senso di sazietà e al controllo glicemico rallentando lo svuotamento gastrico. Inoltre, il suo contenuto di polifenoli, squalene e terpeni ne conferisce un importante ruolo antinfiammatorio.

Oltre all’alimentazione però è necessario fare dell’esercizio fisico: non è il caso di andare in palestra a tutti i costi, puoi anche allenarti a casa tua. Utilizzate un materassino e stendetevi su di esso in una posizione prona, dopodiché portate le mani dietro le nuca, incrociandole. A questo punto, con le gambe tese e la punta dei piedi appoggiata sul pavimento sollevate la schiena senza muovere le mani. Questo esercizio vi aiuterà a tonificare i muscoli della schiena e ad eliminare i fastidiosi rotolini. Un altro esercizio molto efficace è quello di posizionare i palmi delle mani e le ginocchia al pavimento, poi effettuare un movimento per inarcarare la schiena e mantenere la posizione per 10 secondi; dopodiché, sempre con i palmi appoggiati al pavimento, abbassati e sfiora il materassino con il ventre, poi torna alla posizione di partenza.