Alimentazione corretta

Una corretta alimentazione è fondamentale per allungare la durata e migliorare la qualità della nostra salute. Purtroppo, non esiste una formula magica che possa essere valida per tutti, ma possiamo comunque seguire alcune semplici regole.

Bere molto, bere acqua

Prendete l’abitudine di bere molto, almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, per garantire il giusto apporto di sali minerali, mantenere pulito l’organismo e attiva la circolazione eliminando i liquidi in eccesso. Eliminate le bibite gassate, il cui consumo eccessivo può causare mal di testa, aritmia cardiaca, ansia, insonnia, depressione e perdita dell’appetito: l’acqua è sempre la soluzione migliore; al limite sostituite con spremute, frullati e succhi naturali.

Mangiare tutto con moderazione

Non esistono alimenti che fanno miracoli per la nostra salute, o che vanno assolutamente eliminati. Una dieta varia è il modo migliore per fornire al nostro organismo tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno: prediligete prodotti freschi ai prodotti confezionati, che contengono conservanti e molto sale; preferite piatti semplici e poco conditi, per evitare un eccesso di grassi e problemi digestivi; la verdure, sia cotta che cruda, e la frutta non devono mai mancare sulla nostra tavola per l’apporto di vitamine essenziali. Carne, latticini, carboidrati e dolci non devono essere eliminati, ma assunti con moderazione: preferite, però, se possibile, il pesce, ricco di Omega3 e le proteine vegetali (come soia, legumi, frutta secca e semi).

Zuccheri aggiunti

Attenzione: un eccesso di zuccheri nel nostro organismo può portare allo sviluppo di malattie cardiovascolari e al diabete. Sarebbe meglio eliminare gli zuccheri cosiddetti “aggiunti”, come ad esempio quello bianco, da sostituire, eventualmente, con il miele o, al limite, con lo zucchero di canna. Vanno bene, invece, gli zuccheri contenuti nella frutta e nel latte, con moderazione, e nei carboidrati: se decidiamo di mangiare un primo piatto, però, evitiamo il pane e la frutta, ma anche gli ortaggi cotti come carote, finocchi, cipolle e fagiolini, che, se da crude hanno un’azione diuretica, cotte trasformano fruttosio in glucosio, e diventano molto zuccherine. Quindi con la pasta, verdure crude e niente frutta. Infine, preferite sempre i dolci freschi e da forno a quelli confezionati.

Abbinare gli alimenti

Abbinare gli alimenti giusti può diventare fondamentale, perché quello che mangiamo non sempre si comporta come ci aspettiamo: esistono alimenti che cucinati in un certo modo o abbinati ad altri alimenti si straformano e possono diventare nemici per la salute e per la forma fisica. Ad esempio, la caprese è una bomba, soprattutto se mangiata senza pane, perché va a d appesantire il fegato che senza carboidrati non lavora bene. Quindi, caprese accompagnata dal pane; carne rossa abbinata con la verdura cruda; carne bianca con (anche) la verdura cotta, con sempre la frutta. Con il pesce evitare fagiolini e le verdure a foglia cotte per l’eccesso di sali minerali che può provocare ritenzione idrica.

Pasti principali e orari

La tempistica e la regolarità dei pasti incidono sulla salute a causa del loro impatto sull’orologio biologico: la giornata va suddivisa nei tre pasti principali, a cui si possono aggiungere due spuntini quando i pasti si distanziano l’uno dall’altro di 4/5 ore. La colazione rimane il più importante: deve fornire circa il 25/30% del fabbisogno giornaliero e non deve essere rimandata oltre le 10 del mattino. Ugualmente sconsigliati il pranzo dopo le 15.00 (si arriva al pasto con fame eccessiva e di conseguenza l’assunzione di calorie diventa superiore alle nostre necessità) e i pasti serali troppo tardivi, che non ci permettono di smaltire gli alimenti prima del riposo notturno: l’ideale sarebbe cenare entro le 19.00

Attività fisica

Infine, la corretta alimentazione va sempre di pari passo con l’attività fisica: fare movimento, almeno una camminata di 30 minuti tre volte a settimana, è fondamentale per permettere al nostro organismo di mantenersi in salute e assimilare correttamente gli alimenti.

 

 

 

Оставьте комментарий

Ваш e-mail не будет опубликован. Обязательные поля помечены *